Recensione di AEW Fight Forever Ogni fan di wrestling deve giocarci

AEW Fight Forever un must per ogni fan di wrestling

Senza fiato. È una parola usata per riassumere alcuni dei finali migliori nella storia del wrestling, ed è la più appropriata che posso trovare per trasmettere la miscela esplosiva di mosse sopra le righe e caos armato di AEW Fight Forever. Pugno, calcio, calcio, pugno, lotta, schianto, schienamento, kickout, ripeti fino a svanire: c’è veramente poco tempo per pensare in questo picchiaduro ispirato agli arcade. E va solo meglio così.

(Credito immagine: THQ Nordic)

Data di uscita: 29 giugno 2023
Piattaforma(e): PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X, PC, Nintendo Switch
Sviluppatore: Yuke’s
Pubblicato da: THQ Nordic

Lo sviluppatore Yuke’s ha trascorso 20 anni creando i predecessori di WWE 2K23, quindi ci si aspetterebbe che AEW Fight Forever fosse una simulazione basata sulla realtà e lenta. Invece, è il contrario – e questa inversione di rotta è un colpo di genio. Prendendo in prestito pesantemente da classici come No Mercy e Fire Pro, questo è alla serie WWE quello che Wardlow è ad AJ Styles. Tutto è grande, audace, sfacciato e un po’ stupido.

C’è poco di cui preoccuparsi oltre a costruire la barra di momentum per guadagnare mosse speciali e finisher. I pugni e i calci sono un punto focale, mentre le prese dipendono dal momento giusto per afferrare l’avversario. Devi tenere un occhio su eventuali danni alle parti del corpo, ma questo è un picchiaduro che dà la priorità all’attacco sulla difesa. I finisher atterrano con enfatica potenza, dal Jaded che fa schiantare il viso di Jade Cargill, al GTS che fa scoppiare il cranio di CM Punk, all’One-Winged Angel che distrugge la spalla di Kenny Omega.

Tutto un Caos

(Credito immagine: THQ Nordic)

C’è poco di cui preoccuparsi oltre a costruire la barra di momentum per guadagnare mosse speciali e finisher. I pugni e i calci sono un punto focale, mentre le prese dipendono dal momento giusto per afferrare l’avversario. Devi tenere un occhio su eventuali danni alle parti del corpo, ma questo è un picchiaduro che dà la priorità all’attacco sulla difesa. I finisher atterrano con enfatica potenza, dal Jaded che fa schiantare il viso di Jade Cargill, al GTS che fa scoppiare il cranio di CM Punk, all’One-Winged Angel che distrugge la spalla di Kenny Omega.

Il movimento può essere goffo e la mancanza di commento è deludente, ma è comunque molto divertente fare un po’ di confusione. Gli armi esilaranti includono un estintore spruzzabile e uno skateboard su cui salire. Ci sono caschi da football, mazze da golf, puntine da disegno e tavoli infuocati. I match con filo spinato esplosivo alzano ulteriormente la posta in gioco con ancora più fuoco, litri di sangue e momenti che ti fanno esultare, ridere o entrambe le cose. Onestamente, scrivere tutto questo mi fa venir voglia di chiudere il computer portatile e giocarci di nuovo, proprio adesso.

Fight Forever non ha molte delle sottigliezze di WWE 2K23, ma ci sono elementi autentici del wrestling che fa meglio. Ad esempio, l’IA del compagno di squadra è nettamente superiore al suo rivale di grande budget. Dopo un tag, gli incontri si trasformano brevemente in battaglie a quattro, mentre ogni coppia cerca di ottenere un vantaggio. Ancora meglio, se provi a schienare, il tuo compagno salta immediatamente sul ring per impedire che venga interrotto – una manna dal cielo se confrontato con 2K23, dove è quasi impossibile concludere tag team match a otto perché gli avversari passano tra le corde mentre i tuoi compagni si bloccano sull’apron, imbecilli.

Inseguendo l’Élite

(Credito immagine: THQ Nordic)

AEW Fight Forever è dotato di una modalità carriera Road To Elite, ed è di nuovo molto divertente. Divisa in un anno solare, giochi in blocchi di quattro settimane, ognuno dei quali porta a un PPV. In ogni settimana puoi selezionare un’attività, come andare in palestra, fare turismo o mangiare fuori. Queste influenzano il tuo personaggio in modi diversi: il turismo aumenta il momentum, mentre mangiare fuori ripristina l’energia – e, stranamente, ti fa provare una prelibatezza locale. È un tocco carino. Così come divertenti mini-giochi in stile Mario Party come Penta Dice, in cui provi a seguire i movimenti di danza del luchador, o il chiaro quiz pop AEW. Chiaramente almeno un membro del team di sviluppo era un appassionato di Virtua Tennis, e quella persona merita una stella d’oro.

Alcune di queste attività ti fanno incrociare un compagno di squadra e scattare una foto, che viene poi salvata nella cartella Snapshots. Ho completato il mio primo playthrough, come Wardlow, in tre ore, ma mi sono subito spinto a provare un secondo come Baker per accumulare foto diverse. Non posso ancora dire se sarà lo stesso dopo sei o sette volte, ma per ora è un modo intelligente per allungare la durata del gioco.

(Crediti immagine: THQ Nordic)

Le sfide intergender sono un’aggiunta divertentissima al pacchetto AEW Fight Forever. Le immagini esplosive e fuori dal comune di Fight Forever fanno sì che Britt Baker e Chris Jericho si picchino a vicenda senza sembrare fuori posto, e la decisione di permetterti di giocare l’intera modalità carriera come uno qualsiasi dei wrestler presenti nel roster significa che puoi goderti questi scontri di fantasia senza restrizioni.

Non che io stia sperimentando noia. Ci sono tre diverse trame per ogni pay-per-view, tutte coinvolgenti e uniche. In una, Brodie Lee e John Silver cercavano di reclutare Wardlow come membro del Dark Order, mentre Baker si è trovata coinvolta nella battaglia tra Chris Jericho e MJF per la leadership dell’Inner Circle. Le scene intercut con filmati degli eventi AEW reali che hanno ispirato ogni storia, come il debutto di CM Punk a Rampage, sono immersive e, grazie alla sua struttura, anche veloci.

Oltre a Road To Elite, qui non ci sono modalità a lungo termine disponibili, e questa è la grande domanda che aleggia su Fight Forever. Una volta che l’hai completato innumerevoli volte durante un periodo di due mesi, saranno abbastanza le esplosive sfide di esibizione a farti tornare? Forse sì, forse no, soprattutto con alcuni tipi di match (scontri di handicap, scalate a quattro) che sono giocabili solo nella modalità carriera, e il roster di AEW Fight Forever, curiosamente limitato. Anche con i DLC, il numero di stelle giocabili è inferiore a 60, e non c’è modo di importare wrestler creati allo stesso modo di WWE 2K23 CAWs. Questa è una preoccupazione.

Extra Costosi

(Crediti immagine: THQ Nordic)

Se c’è un aspetto di AEW Fight Forever che non convince, è il modo in cui Yuke’s e THQ Nordic hanno gestito i contenuti scaricabili. Il roster arriva senza superstar di lunga data come Matt Hardy e FTR, a meno che tu non sia disposto a pagare di più. È una decisione incomprensibile e che riduce il divertimento libero e spensierato che altrimenti caratterizza Fight Forever, con il pacchetto che sembra altrimenti una grande celebrazione di AEW. A complicare ulteriormente le cose, il roster non include alcuni campioni attuali come Toni Storm, Buddy Matthews e Brody King, che sono stati completamente esclusi.

Ma non lasciamo che queste decisioni offuschino un esordio molto promettente. L’arrivo audace e coraggioso di AEW Fight Forever significa che per la prima volta in due decenni abbiamo a disposizione due offerte di wrestling di alto livello ma nettamente diverse tra loro. Ogni fan di wrestling deve provarlo. Con un roster più ampio e opzioni di condivisione delle creazioni più estese, questo divertentissimo titolo potrebbe facilmente trasformarsi in un colosso annuale.

AEW Fight Forever è stato recensito su PS5 con un codice fornito dal publisher.