Emulatore Dolphin per Nintendo non sarà più rilasciato su Steam, poiché il team abbandona l’impresa.

Dolphin emulator for Nintendo will no longer be released on Steam as the team is abandoning the project.

L’emulatore Dolphin, per GameCube e Wii, non arriverà più su Steam, poiché il team responsabile ha “abbandonato” i propri sforzi.

L’emulatore era stato annunciato inizialmente come in arrivo su Steam all’inizio di quest’anno, con il team che lo ha definito come “il prodotto di molti mesi di lavoro”.

Tuttavia, alcuni mesi dopo, il team ha abbandonato i piani di lanciare Dolphin sulla piattaforma di Valve. In un aggiornamento del blog che spiega questa decisione, il team di Dolphin ha affrontato la recente richiesta di rimozione DMCA, affermando che Nintendo “non ha inviato a Valve o a Dolphin una richiesta di Digital Millennium Copyright Act” e che non ha intrapreso “alcuna azione legale contro Dolphin Emulator o Valve”.

Piuttosto, un avvocato che rappresenta Nintendo ha contattato Valve e ha richiesto di “impedire a Dolphin di essere rilasciato sullo store di Steam, citando la DMCA come giustificazione”.

Notiziario: l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft è ora una cosa fatta? Guarda su YouTube

Successivamente, il team di Dolphin è stato informato dal titolare della piattaforma che doveva raggiungere un accordo con Nintendo prima di poter rilasciare l’emulatore su Steam.

“Considerando la forte formulazione legale all’inizio del documento e la citazione della legge DMCA, abbiamo preso la lettera molto seriamente”, ha scritto il team di Dolphin, annunciando quindi che non rilascerà più il proprio emulatore su Steam.

“In ultima analisi, Valve gestisce il negozio e può impostare qualsiasi condizione desideri per far apparire il software. Ma dato il punto di vista di Nintendo sull’emulazione, troviamo impossibile il requisito di Valve di ottenere l’approvazione da parte di Nintendo per un rilascio su Steam”, ha scritto.

“Sfortunatamente, è così.”

Il team ha continuato a dichiarare che non crede che Dolphin sia in pericolo legale a seguito di questa decisione e che Valve non ha fatto alcuna affermazione secondo cui Dolphin violerebbe il copyright statunitense includendo la chiave comune Wii nella sua emulazione.

“In fin dei conti, Valve è colui che gestisce il negozio di Steam e ha il diritto di permettere o vietare qualsiasi cosa desideri su tale negozio per qualsiasi motivo. Per quanto riguarda Nintendo, questo incidente conferma semplicemente la loro posizione esistente sull’emulazione. Non crediamo che questo incidente debba cambiare l’opinione di nessuno sulle due aziende”, ha continuato il post.

“Come aspetto positivo, alcune delle funzionalità sviluppate per il rilascio su Steam funzioneranno comunque nelle versioni normali di Dolphin e sono ancora in sviluppo. Una delle funzionalità che ci entusiasma di più è una GUI completa ‘Big Picture’ che può essere utilizzata direttamente con un controller.

“Questa funzionalità si realizzerà comunque, indipendentemente dal rilascio su Steam, insieme a diverse altre funzionalità minori che erano pensate come miglioramenti della qualità della vita per le versioni di Steam”.

Eurogamer ha chiesto ulteriori commenti a Nintendo e Valve.