L’ultimo tentativo della FTC di bloccare l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft è fallito.

FTC's latest attempt to block Microsoft's acquisition of Activision Blizzard has failed.

La Federal Trade Commission (FTC) degli Stati Uniti ha avuto quello che potrebbe essere il suo ultimo tentativo di bloccare l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft negato.

Poche ore dopo che il giudice distrettuale degli Stati Uniti Jacqueline Scott Corley, che ha presieduto il caso principale, ha respinto il primo ricorso della FTC per appellarsi contro la sentenza di questa settimana su Microsoft e Activision Blizzard, la Corte d’Appello del Nono Circuito ha similiamente respinto una richiesta di provvedimento d’urgenza.

Newscast: L’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft è ormai cosa fatta?

“La richiesta di provvedimento injuntivo è respinta”, si legge nella documentazione della Corte d’Appello del Nono Circuito. “Il programma di presentazione delle memorie rimane in vigore.”

Ciò significa ora che Microsoft è libera di procedere con l’acquisizione negli Stati Uniti, anche se il mancato completamento entro il 18 luglio comporterà una rinegoziazione dei termini dell’acquisizione con Activision.

“Apprezziamo la pronta risposta del Nono Circuito nel respingere la richiesta della FTC di ritardare ulteriormente l’accordo”, ha dichiarato Brad Smith, vicepresidente e presidente di Microsoft, a The Verge. “Questo ci avvicina ancora di più al traguardo in questa maratona di revisioni regolatorie globali.”

Ieri, l’Autorità britannica per la Concorrenza e i Mercati ha esteso il termine per una decisione finale sull’offerta di acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft.

Si prevedeva che l’ente di regolamentazione bloccasse formalmente l’accordo – come annunciato in precedenza – il 18 luglio, ma Microsoft ha successivamente presentato una proposta “dettagliata e complessa” con cambiamenti nelle circostanze. Pertanto, la CMA impiegherà altre sei settimane per valutare la nuova presentazione, con questo periodo rivisto che termina il 29 agosto.