Il prossimo Doom dovrebbe prendere ispirazione da Elden Ring

Il prossimo Doom dovrebbe ispirarsi ad Elden Ring

Doom e Elden Ring sono giochi che hanno approcci drasticamente diversi all’idea di permettere al giocatore di affrontare dei dei, demoni e varie altre orrori imperscrutabili. A differenza dei protagonisti di FromSoftware, Doom Guy è un personaggio che può entrare in una stanza piena di nemici enormi e correre intorno a eliminarli con abbandono sconsiderato. Nel frattempo, i protagonisti di Soulsborne possono essere facilmente sconfitti da un gruppo di nemici di basso livello anche nel gioco avanzato se il giocatore non è attento.

Quale di queste esecuzioni per concetti simili si rivela migliore dipende davvero dall’occhio di chi guarda. Molti giocatori della comunità sono perfettamente felici con entrambi, poiché entrambe le serie vantano recensioni entusiaste in una lunga storia di titoli di successo, e sono fondamentalmente diverse l’una dall’altra. Quello che nessuna delle due serie ha ancora fatto è avventurarsi nel territorio dell’altra, tuttavia, è forse l’opportunità che Doom e Id Software hanno quando si avvicinano a un futuro capitolo dell’iconica serie di demolizione infernale.

COLLEGATO: I migliori giochi di Doom, classificati

Cosa succederebbe se Doom incontrasse i giochi Soulsborne

Spesso si è detto che in Doom l’orrore vero è il protagonista, e tutti i demoni dell’inferno ne hanno paura. Anche se non è canonico, questo è in netto contrasto con l’essenza stessa di ogni gioco Soulsborne creato da FromSoftware, dove paesaggi già inquietanti e creature spaventose vengono ulteriormente potenziati dalla costante tensione creata da quanto velocemente il giocatore può trovarsi sopraffatto da nemici inaspettati. Doom ha un paesaggio spaventoso insieme a demoni che sono diventati ancora più grotteschi con i loro moderni miglioramenti visivi, e ciò che manca per rendere davvero terrificante la serie è quella tensione che si crea quando c’è uno spostamento del potere.

Questo non vuol dire che ci sia qualcosa di sbagliato nel modo in cui funzionano le cose in Doom. È una serie classica che cerca di ottenere un tono molto diverso da Elden Ring o Bloodborne, ma un gioco all’interno della serie che abbia delle somiglianze con quei giochi potrebbe essere un modo interessante per esplorare ulteriormente il mondo più ampio al di fuori del punto di vista di Doom Guy. Lui è qualcuno da temere nell’inferno della serie, ma qualcun altro che si trova nel regno dei Cacodemoni e degli Aracnotroni dovrebbe trovare un approccio molto diverso per uccidere i nemici che Doom Guy può eliminare con un fucile a doppia canna o solo con le sue mani nude.

Il futuro di Doom è aperto

La conclusione di Doom Eternal dopo entrambi i DLC degli Dei Antichi ha lasciato aperta la porta a un mondo di potenzialità quando si considerano i futuri sequel. Il prossimo gioco della serie ha l’opzione di seguire nuovamente la storia di Doom Guy, e la maggior parte dei fan probabilmente non avrebbe problemi a seguirlo di nuovo all’inferno per ancora più azione. C’è potenzialmente l’opportunità di esplorare altri aspetti di questo affascinante universo che ha dato il via a gran parte di ciò che sta alla base del gaming odierno.

Probabilmente non funzionerebbe al contrario, però. Miyazaki ha creato con cura un’immagine per i titoli Soulsborne prodotti da FromSoftware, e avere qualcuno come Doom Guy che viaggia per le Terre Intermedie e può strappare i Fingercreepers come se fossero di carta sarebbe in netto contrasto con il tono generale di tutto ciò che ha creato. È improbabile che qualcosa del genere arrivi nel DLC Ombra dell’Erdtree di Elden Ring o nei futuri progetti. D’altra parte, Sigil 2 è l’unica cosa nota in lavorazione per il futuro della franchise di Doom al momento. Id Software è uno sviluppatore che si concentra quasi esclusivamente su giochi FPS, quindi è improbabile che l’azienda si lanci in un’action RPG, ma l’idea sarebbe interessante.

ALTRO: Un giocatore di Elden Ring crea un perfetto Doom Slayer nel gioco