Michael Fassbender è il protagonista di questo western sottovalutato che mescola diversi generi

Michael Fassbender è il protagonista di un western sottovalutato che mescola generi diversi.

I western hanno una cattiva reputazione a Hollywood a volte. L’intero genere viene considerato superato e troppo sfruttato. Ci sono innumerevoli nuove interpretazioni del periodo disponibili. Il regista esordiente John Maclean ha portato Slow West nel 2015, rappresentando le dure condizioni del Colorado del XIX secolo. Il film è passato inosservato negli Stati Uniti, ma i fan del genere si pentiranno di averlo perso.

I film di formazione non sono esattamente un genere, ma tutti sanno riconoscerli quando li vedono. Guardare il protagonista di una storia svilupparsi in un nuovo personaggio nel corso della trama può essere gratificante. Tuttavia, crescere nella terra rubata dei fuorilegge e degli uomini arrabbiati può portare via tutto a un giovane in crescita.

COLLEGATO: Questo western moderno è uno dei migliori remake di sempre

Di cosa parla Slow West?

Nei giorni finali del Vecchio West, un adolescente scozzese di nome Jay Cavendish lascia la sua casa per la prima volta alla ricerca del suo amore, Rose Ross. Jay incappa spesso e volentieri nei guai. A malapena può fare due passi senza che scoppino sparatorie intorno a lui. All’inizio del suo viaggio, Jay scopre una banda di razzisti armati che stanno inseguendo alcuni nativi americani. Jay è terrorizzato, ma un attimo prima che le cose si mettano violente, un pistolero mascherato spara un proiettile nella testa del capo. Jay scopre che il suo salvatore è Silas Selleck, un cacciatore di taglie irlandese che conduce una vita da fuorilegge. Jay riconosce immediatamente in Silas l’uomo più violento e capace che abbia mai incontrato e la sua migliore possibilità di sopravvivere alla frontiera. Jay assume Silas come guida e guardia del corpo.

Jay non è un uomo che pensa spesso al futuro. Rose gli è affezionata, ma il suo affetto per Jay ricorda più quello tra fratelli che quello tra amanti. Jay non si prende mai il tempo di capire perché Rose e suo padre siano partiti per gli Stati Uniti. Il padre di Rose, John, ha ucciso lo zio di Jay, un ricco signore, in una discussione. John e Rose sono ricercati morti o vivi. Mentre Jay e Silas viaggiano, Silas trova il manifesto di ricerca di Rose e decide di usare Jay per raggiungerla. Non è l’unico cacciatore che usa quella tattica. Victor the Hawk, un assassino travestito da prete, e Payne, il capo della vecchia banda di Silas, sono alla ricerca di Rose e John. Jay rimane all’oscuro del prezzo sulla testa della sua amata. È un lungo e complicato viaggio con molte motivazioni contrastanti che spingono gli eroi e i cattivi.

La maggior parte di Slow West è passata a guardare Jay e Silas attraversare le pianure aperte. Il film è stato girato in Nuova Zelanda, ma cattura perfettamente la natura indomita e il cielo splendido del Vecchio West. Jay e Silas si imbattono in una coppia disperata che rapina un negozio, in un sinistro scrittore viaggiatore e in una banda di rozzi che parlano velocemente. Il cuore pulsante del film non è l’amore non corrisposto di Jay per una donna che affronta i suoi problemi. È l’amicizia che si sviluppa tra Jay e Silas. Silas, un cinico torbido il cui sguardo cupo è innegabilmente accurato, vede qualcosa di intrinsecamente puro nella ingenuità di Jay. Forse è l’ultima cosa pura in un mondo che ha mostrato solo il suo lato più oscuro. Da scene terrificanti e brutali a momenti di comicità nera, Slow West non lesina. Alla fine, gli spettatori vedranno il mondo attraverso gli occhi di Silas.

Come finisce Slow West?

Come Jay, Slow West è straordinariamente puro. Per tutto il divertimento che il film offre per arrivare alla sua destinazione, non c’è mai alcun dubbio su dove sta andando. Victor, Payne e Silas si avvicinano alla capanna di Rose. Victor arriva per primo, si presenta semplicemente come un prete del luogo e si nasconde oltre la loro recinzione. Victor spara a John Ross da lontano, uccidendolo. Prima che possa uccidere Rose, Payne si avvicina alle sue spalle e gli toglie la vita. Silas arriva con Jay, anche se il ragazzo ha subito un recente ferita. Convinto che Jay si farà uccidere per proteggere Rose, Silas lega Jay a un albero mentre entra nella mischia.

La banda di Payne apre il fuoco sulla casa, uccidendo l’uomo nativo americano che custodisce Rose. Silas viene colpito da un proiettile alla spalla e uno al ginocchio. Jay si libera e corre verso la casa. Rose scambia Jay per un altro cacciatore di taglie e gli spara al petto. Jay sanguina a morte mentre Rose si rende conto di ciò che ha fatto. Payne entra, solo per essere ucciso da Jay. Nel suo atto finale, ha salvato la sua vita. Entra Silas. Lui e Rose parlano dello spirito puro di Jay. Silas si trasferisce nella capanna di Rose, risolvendo di tenerla al sicuro al posto suo. Adottano una coppia di bambini orfani.

Slow West è un’ottima aggiunta alla lunga tradizione dei film western. Non sta reinventando la ruota. Sta semplicemente costruendo su innumerevoli classici che lo hanno preceduto. Per un regista/sceneggiatore alle prime armi, John Maclean dimostra un talento innegabile e un istinto affilato come una lametta. Gli appassionati di western, Michael Fassbender, storie di formazione o qualsiasi combinazione dei tre si devono sicuramente mettere alla caccia di Slow West. Speriamo che Maclean tornerà presto alla regia.

ALTRO: 10 Western Moderni che dovresti guardare se ti è piaciuto The Harder They Fall