Recensione di Star Wars The Clone Wars Pandemic – Una raccomandazione facile

Recensione di Star Wars The Clone Wars Pandemic - Una raccomandazione facile means Review of Star Wars The Clone Wars Pandemic - An easy recommendation

Star Wars: The Clone Wars Pandemic è un altro spin-off costruito attorno al fenomeno dei giochi da tavolo che va avanti da più di un decennio. La domanda è: si basa sul materiale di origine esistente come L’Impero colpisce ancora o viene appesantito da un eccesso di cambiamenti inutili come le Special Edition?

Che tu sia un veterano dei giochi da tavolo che ha giocato di tutto o un principiante che vuole andare oltre Monopoli e Risiko, è probabile che tu abbia giocato almeno uno dei seguenti titoli: Catan, Ticket to Ride e Pandemic. Ciò che distingue quest’ultimo dai suoi concorrenti più venduti è che è uno dei migliori giochi da tavolo cooperativi, oltre ad essere un vero classico moderno (si posiziona molto in alto nella nostra lista dei migliori giochi da tavolo in generale). Pertanto, Star Wars: The Clone Wars Pandemic prende lo stesso tipo di gioco cooperativo coinvolgente e lo piazza proprio nel bel mezzo dell’universo di Star Wars. Le malattie sono state sostituite dai droide, le città sono state sostituite dai pianeti e le carte di ruolo sono state sostituite dai Jedi. Ma ciò che rende questa avventura galattica fresca rispetto al gioco originale è uno dei quattro cattivi che si aggirano per la plancia, senza dimenticare un divertente sistema di battaglia basato sui dadi.

Star Wars: The Clone Wars Pandemic – caratteristiche

Prezzo $59.99 / £48.33
Età consigliata 14+
Giocatori 1 – 5
Durata 1 ora per sessione
Complessità Bassa
Gioca se ti piacciono Star Wars, Pandemic, Risiko, strategia, wargame

Gli spin-off di Pandemic come ReGameTopic di Cthulhu e World of Warcraft: Wrath of the Lich King sono un gradino sopra l’originale in termini di presentazione, come abbiamo notato nella nostra recensione di Pandemic World of Warcraft. E Star Wars: The Clone Wars non fa eccezione. La differenza più evidente sono le pedine e i cubi delle malattie, con le loro controparti di Star Wars ora rappresentate come 50 miniature modellate: sette Jedi e quattro cattivi (circa scala 25mm), 36 droide (circa scala 12mm) e tre navi da blocco. Ogni miniatura è estremamente dettagliata e anche i piccoli droide sono in varie pose.

Le 138 carte sono sufficientemente spesse e presentano sia illustrazioni che screenshot, anche se avremmo preferito solo illustrazioni per una questione di coerenza e perché in generale hanno un aspetto migliore. Ogni cattivo ha un foglio informativo a due facce, con una grande quantità di informazioni tra cui i loro punti ferita, istruzioni speciali di configurazione e condizioni di vittoria.

Ricevi anche sei segnalini di plastica. Due vengono usati per indicare i pianeti in cui si svolge una missione, uno indica il Jedi in gioco durante una partita in solitaria, due segnalini di minaccia e invasione e un segnalino di promemoria. I segnalini di minaccia e invasione sono trasparenti, il che è un bel tocco, così da non oscurare i valori sulla plancia.

La plancia stessa presenta 30 pianeti che i fan dello show televisivo Star Wars: The Clone Wars riconosceranno senza dubbio, quindi non perdere tempo cercando Hoth, Endor o Dagobah qui. Gli sviluppatori hanno optato per una rappresentazione piuttosto generica – sebbene funzionale – della galassia. I pianeti sono equidistanti e identici in dimensioni per massimizzare lo spazio, il che è utile, poiché possono riempirsi di Separatisti molto rapidamente. Il gioco include anche un dado a 12 facce molto robusto per i combattimenti e uno slider per tenere traccia di un indicatore di potenza utilizzato dalla lista missioni di Darth Maul e Generale Grievous.

Come funziona Star Wars: The Clone Wars Pandemic?

(Immagine credit: Future)
  • Una fantastica selezione di miniature
  • Le carte vantano molti riferimenti per i fan di Star Wars
  • Lo stesso sistema di Pandemic che conosciamo e amiamo

Come suggerisce il logo del Sistema Pandemic sulla scatola, Star Wars: The Clone Wars è tagliato dalla stessa stoffa del popolarissimo originale di Z-Man Games, ma con più carte, cattivi e un sistema di combattimento che gli conferisce un sapore distintivamente diverso dal gioco base. I giocatori selezionano ciascuno un Jedi (i giocatori singoli ne scelgono due) e lavorano insieme per affrontare uno dei quattro cattivi e il loro esercito di droide. Le condizioni di vittoria ruotano attorno al completamento di un numero prefissato di missioni, prima di attuare e sconfiggere la “Finale” (una sorta di mega missione).

Il livello di difficoltà è determinato dal numero di missioni che scegli di completare. ‘Padawan’ è la difficoltà più facile e richiede tre missioni prima di raggiungere la finale, mentre Jedi Grandmaster è la più difficile, chiedendo ai giocatori di completarne sei. Il gioco sfida anche i giocatori esperti a affrontare ancora più missioni, e se stai davvero faticando o semplicemente insegnando il gioco a nuovi giocatori, non c’è assolutamente motivo per cui non potresti giocare meno di tre missioni.

Le azioni richiedono a ogni giocatore di compiere quattro azioni, dove possono: volare (muoversi su un pianeta connesso), rinforzare (pescare una carta Squadra) e attaccare. Nessuna di queste è obbligatoria e possono essere completate in qualsiasi ordine o ripetute. Il villain poi agisce sulla carta pescata dal suo mazzo prima che inizi la fase di Invasione.

La fase di Invasione è il meccanismo principale per contrastare la tua lotta contro i Separatisti. Avviene alla fine di ogni turno ed è molto simile al tasso di Infezione di Pandemic. Determini su quale pianeta atterrerà un singolo droide girando lo stesso numero di carte nel mazzo di Invasione come indicato dal metro di Invasione. Ogni villain ha una carta contrassegnata come ‘Pianeta sotto assedio!’, che aumenta il metro, aggiunge tre droidi al pianeta in fondo al mazzo di Invasione e richiede di mescolare la pila di Invasione scartata e metterla in cima al mazzo di Invasione. Questo significa quindi che hai molte più possibilità di causare un’Occupazione, poiché pescherai pianeti che sono già stati invasi.

Mentre puoi giocare solo contro il mazzo di un villain, Count Dooku porta in gioco Ventress e Grievous

Un’Occupazione si verifica quando sarebbe necessario far atterrare un quarto droide su un pianeta. Invece di aggiungere il droide, viene dichiarata un’Occupazione e viene aggiunta una nave di blocco. I giocatori di Pandemic originale riconosceranno questa situazione come molto simile a un’epidemia, ma a differenza del gioco originale in cui ciò avrebbe causato la diffusione di una malattia a città vicine (rischiando ulteriori epidemie), le Occupazioni non influenzano i pianeti vicini. Le navi di blocco hanno 2HP ed effettivamente proteggono gli altri nemici sul pianeta, poiché devono essere distrutte prima che gli altri nemici possano subire danni.

Nella parte in alto a sinistra della plancia c’è un metro delle Minacce. Se questo aumenta a sette, è game over. Durante la fase iniziale e di metà partita, è probabile che il metro aumenti per due motivi: si verifica un’Occupazione o come risultato diretto delle abilità speciali di Asajj Ventress o Darth Maul. La prima fa avanzare il metro delle Minacce ogni turno che trascorre su un pianeta con una missione non risolta, e il secondo aumenta il metro quando il suo potere raggiunge cinque. I due aumenti delle Minacce nel finale di partita avvengono quando è necessario aggiungere un droide o una nave di blocco e sono tutti in gioco, o se è necessario aumentare il metro di Invasione, ma è già al massimo.

Insieme a Maul e Ventress, Count Dooku e General Grievous completano il quartetto di villain. Ognuno ha un Foglio del Villain che mostra informazioni importanti come gli HP e le abilità speciali. Il fronte mostra come un villain si comporta per la maggior parte del gioco, mentre il retro spiega come preparare e sconfiggere il Finale. Mentre puoi giocare solo contro il mazzo di un villain, Count Dooku porta in gioco Ventress e Grievous, anche se hanno meno salute e nessuna delle abilità speciali elencate nei loro fogli.

(Credito immagine: Future)

Il sistema di combattimento di Star Wars: The Clone Wars è un’aggiunta divertente alla formula di Pandemic e riesce a non complicare il gameplay molto amato. Inizia con una fase di attacco. Qui entra in gioco il mazzo Squadra. Ogni giocatore ha una mano di fino a sette carte. Le carte di Trasporto Blu forniscono bonus di movimento. Le carte di Armatura Gialle mitigano un danno per carta. Le carte di Alleato Verde possono essere usate quasi in qualsiasi momento durante il gioco, ma poi vengono scartate. E infine, ci sono le carte di Assalto Rosse e di Furtività Viola. Queste due aggiungono un danno per carta durante la fase di attacco, ma solo le carte dello stesso colore possono essere usate nella stessa istanza.

Quindi, se avessi due carte di Furtività e tre carte di Assalto, potresti aumentare il tuo attacco di due o tre punti e non cinque. Poi tiri i dadi per determinare l’attacco del tuo Jedi, che viene aggiunto agli attacchi delle carte che hai accumulato. I droidi hanno 1HP, le navi di blocco hanno 2HP e di solito i villain ne hanno di più. Le carte usate vengono inclinate per indicare che sono state utilizzate, ma vengono riattivate al turno successivo. Questo è significativo se due fasi di attacco vengono utilizzate nello stesso turno o se due Jedi si trovano sullo stesso pianeta e vogliono condividere le carte della Squadra, poiché le carte inclinate non possono essere utilizzate.

Il dado indica anche i danni subiti dal Jedi in gioco e ogni nemico rimasto contribuisce al totale dei danni. Invece di perdere punti vita, i Jedi danneggiati devono rimuovere un numero equivalente di carte dalla loro mano. A meno che non abbiano abbastanza carte Armatura per mitigare i danni.

Star Wars: The Clone Wars Pandemic – gameplay

(Credito immagine: Future)
  • Diversi villain e Jedi aggiungono molto valore in termini di rigiocabilità
  • Le missioni ti permettono di regolare la difficoltà in modo preciso
  • Il sistema di combattimento è divertente e intuitivo

C’è una ragione per cui Pandemic ha venduto oltre cinque milioni di copie ed è diventato un passaggio verso l’ampio mondo degli hobby. E fortunatamente, The Clone Wars ha ereditato la sua meccanica di base intuitiva e il gameplay coinvolgente. I nuovi giocatori naturalmente si rivolgeranno ai giocatori esperti per trovare la strategia migliore, ma una volta che il gruppo si coordina e tutti cominciano a lavorare insieme come un meccanismo ben oliato, The Clone Wars raggiunge il suo massimo splendore nel distruggere i ‘Clanker’.

Il bello di un’esperienza cooperativa è che ogni giocatore contribuisce costantemente alla strategia complessiva. E durante il combattimento, i giocatori sullo stesso pianeta possono aiutare i loro compagni in guerra. Ciò significa che il gioco è raramente noioso tra un turno e l’altro e una volta che i giocatori si abituano al gioco, si sviluppa a un ritmo sostenuto.

(Credito immagine: Future)

Star Wars: The Clone Wars ha un prezzo di vendita consigliato più alto rispetto a Pandemic, ma non è difficile capire il motivo. Le miniature sono un’aggiunta fantastica e sarebbero ottimi progetti per chiunque abbia dimestichezza con una bomboletta di primer e un pennello. Tra i Jedi giocabili, la presenza di Anakin, Obi-Wan, Yoda, Ahsoka e Mace Windu non è una sorpresa, ma è bello vedere anche un paio di personaggi che i fan accaniti riconosceranno in Luminara Unduli e Aayla Secura. E ulteriori miniature sarebbero la scusa perfetta per future espansioni.

Con così tante opzioni per personalizzare l’esperienza, è difficile dire quanto durerà una partita media. Abbiamo scoperto che una partita a tre giocatori con quattro missioni è durata circa 1,5 ore, mentre una partita in solitaria è durata meno di 50 minuti, quindi l’indicazione ufficiale del gioco di 60 minuti è piuttosto accurata. In ogni caso, è possibile giocare due o tre partite senza problemi durante un pomeriggio di gioco.

Le istruzioni ti dicono di mescolare il mazzo dei Jedi e scegliere casualmente un personaggio da giocare. Ma parte del fascino di Star Wars è che i fan possono interpretare leggermente uno dei loro Jedi preferiti (Ahsoka!!!!). Ma se alla fine ti annoi, qui c’è molto più spazio per la personalizzazione rispetto a Pandemic originale. Considerando le 24 carte missione, i quattro villain e i sei Jedi, The Clone Wars offre molta rigiocabilità.

Forse l’aspetto più frustrante di The Clone Wars è che puoi essere sopraffatto abbastanza rapidamente e ritrovarti presto oltre il punto di non ritorno. Questo è probabilmente un effetto collaterale delle meccaniche aggiuntive del gioco. A differenza del gioco base originale, ci sono così tanti modi per aumentare il livello di Minaccia (precedentemente Focolai) e, inoltre, stai costantemente cercando di tenere sotto controllo il tasso di Invasione, liberare la plancia dal villain e completare le missioni. A volte, questo può trasformare la tua strategia in una frenetica corsa.

…una volta che il gruppo si coordina e tutti cominciano a lavorare insieme come un meccanismo ben oliato, The Clone Wars raggiunge il suo massimo splendore nel distruggere i ‘Clanker’

Le carte squadra sono un’aggiunta davvero interessante che delizierà i fan sfegatati. Ognuna contiene un personaggio o un veicolo diverso e le carte Stealth e Assault sono tutte caratterizzate da cloni, quindi compaiono spesso volti familiari come il Comandante Gree, Fives ed Echo. Ci siamo persino trovati a cercare di tenere le carte che raffiguravano i nostri soldati preferiti. Vibrazioni di XCOM, qualcuno?

Ogni villain si comporta in modo diverso e scambiarli è un ottimo modo per ravvivare diverse sessioni di gioco. Abbiamo scoperto che Count Dooku è una scelta eccellente per le partite con più di due giocatori, poiché porta Ventress e Grievous nel gioco. Giocare contro Ventress può essere piuttosto impegnativo, dato che la sua abilità speciale aumenta il livello di Minaccia per ogni turno in cui si trova su un pianeta segnato da una missione, e il suo mazzo cerca costantemente di spostarla verso il pianeta missione più vicino.

Mentre Grievous non ha una capacità speciale, il suo mazzo è pieno di carte che attivano invasioni. E il Misuratore di Potenza di Maul significa che dovrai costantemente abbatterlo o rischiare di aumentare prematuramente il Misuratore delle Minacce. Ogni cattivo porta il proprio sapore al gioco ed è bello vedere che ogni finale fa un cenno alle rispettive trame (ad esempio, finisci per combattere Grievous su Utapau).

La bellezza del sistema Pandemic è che puoi divertirti tanto da solo quanto giocando insieme ad altri giocatori. Ma mentre le regole per giocare da soli sono state introdotte solo tramite l’espansione “In the Lab” del Pandemic originale, The Clone Wars ti permette di giocare da solo fin dall’inizio. I giochi in solitario si svolgono allo stesso modo, tranne che selezioni due Jedi con cui giocare e sposti il segnalino Solo tra di loro, per indicare quale dei due è in gioco. Non c’è nulla che ti impedisca di aggiungere altri Jedi al mix, purché tu sia disposto a gestire più mani contemporaneamente.

Dovresti comprare Pandemic: Star Wars: The Clone Wars?

(Immagine di Future)

E’ Pandemic in una galassia lontana, lontana… Se hai giocato all’originale e stai cercando un gioco leggermente più impegnativo, senza impegnarti in qualcosa come Eldritch Horror, allora The Clone Wars colma quel vuoto. Il tema dell’opera spaziale non sarà di gusto per tutti, ma certamente non devi essere un fan sfegatato di Star Wars per goderti il gioco. Ma se ti piace tirare fuori Pandemic di tanto in tanto, non aspettarti una riinvenzione dell’iperdrive.

Il sistema Pandemic si adatta chiaramente molto bene ad altre IP, e Star Wars potrebbe essere la combinazione migliore finora. Ora, dov’è quella edizione della Trilogia Originale?

Compralo se…

L’era prequel ti piace molto. Adori Dave Filoni? Ahsoka è il tuo Jedi preferito? Consideri La vendetta dei Sith il gioiello sottovalutato della corona di Star Wars? Allora questo dovrebbe essere quasi altrettanto allettante come il lato oscuro…

Pandemic con battaglie spaziali sembra divertente! Non c’è dubbio, il sistema di combattimento facile da imparare di The Clone Wars si adatta perfettamente alle meccaniche cooperative provate e testate di Pandemic.

Non comprarlo se…

Se hai superato Pandemic. Solo perché hai finito con i classici, non significa che non li rispetti ancora. Ma se la tua serata ideale di giochi si è da tempo trasformata in un’altra partita a Scythe, allora The Clone Wars potrebbe non essere per te.

Se ti basta giocare all’originale. Forse tiri fuori Pandemic regolarmente, hai tutte le espansioni, una squadra di partecipanti entusiasti e semplicemente non riesci a immaginare di passare a qualcosa di simile ma diverso.

Come abbiamo testato Pandemic: Star Wars: The Clone Wars

Abbiamo battuto il gioco con due e tre giocatori alle difficoltà di Padawan e Jedi Knight e abbiamo provato anche il gioco in solitario. Ciò ci ha permesso di giocare come ogni Jedi e combattere ogni cattivo. Per ulteriori informazioni sul nostro processo, consulta la nostra guida su come effettuiamo i test.


Per ulteriori raccomandazioni da tavolo, non perderti questi giochi da tavolo essenziali per 2 giocatori, i giochi da tavolo per famiglie o i giochi da tavolo indispensabili per adulti.