Remnant 2 C’è una penalità per morire?

Remnant 2 C'è una penalità per morire?

Il genere di gioco Soulslike è famoso per le sue ambientazioni dark fantasy e per la difficoltà di gameplay, che a volte può essere un’esperienza brutale per i giocatori. N’ultimo rilascio di Gunfire Games, Remnant 2, tutte le caratteristiche che hanno reso così popolare il genere sono presenti nel sequel del popolare Remnant: From The Ashes. Dagli ambienti oscuramente spettacolari ai mostri spietati, il gioco ha tutto ciò che un appassionato potrebbe desiderare e molto di più.

Correlato: Remnant 2: Modi migliori per curarsi

Nonostante tutti gli aspetti implacabili di questo gioco impegnativo, c’è un’area in cui Remnant 2 è forse un po’ più generoso rispetto a un titolo Soulslike standard, e cioè le morti dei giocatori. Ad eccezione della modalità Hardcore del gioco, i giocatori scopriranno che morire in Remnant 2 non costa tanto come potrebbe. Ecco tutto ciò che i giocatori devono sapere sulle penalità associate alla morte nel gioco.

Esiste una penalità per la morte?

Remnant 2 non è noto per essere un gioco particolarmente indulgente, considerando le abbondanti quantità di mondi incredibilmente impegnativi e boss che sembrano uccidere i giocatori in un battito di ciglia. Tuttavia, per quanto riguarda la morte, il team di Gunfire Games è insolitamente generoso nei confronti dei giocatori che incontrano la loro fine. Nonostante raccolgano oggetti dal loro ultimo checkpoint, i giocatori non perderanno i tesori trovati prima della loro morte. Ciò significa che tutti gli oggetti preziosi raccolti lungo il percorso possono essere utilizzati nel prossimo tentativo, il che dà ai giocatori l’opportunità di progredire in una sezione del gioco con i vantaggi che erano destinati a giocatori più bravi.

Detto questo, morire in Remnant 2 non è privo di frustrazioni. Il gioco è pieno di nemici difficili, boss e enigmi capaci di portare i giocatori a una morte rapida e frustrante. Anche se mantengono gli oggetti che raccolgono durante il loro viaggio, la posizione in cui si trovano sarà reimpostata alla morte, il che significa che i giocatori dovranno affrontare le stesse cose che li hanno uccisi da capo. Ciò può essere particolarmente frustrante se un giocatore è arrivato in profondità in un dungeon, poiché dovrà ripercorrere i suoi passi dall’inizio per tornare al punto precedente. Tuttavia, se un giocatore trova una parte particolare del gioco troppo difficile da superare, c’è sempre l’opzione di ricominciare la campagna e regolare le impostazioni di difficoltà.

Per aggiungere alla generosità del gioco quando si tratta di morti dei giocatori, non c’è un limite al numero di volte che un giocatore può morire, in quanto non esiste una funzione di Game Over nel gioco. L’eccezione a questa regola è la modalità Hardcore di Remnant 2, che concede ai giocatori una sola vita per giocare l’intero gioco. Quindi, quando si tratta di morire in Remnant 2, l’unica vera penalità è l’orgoglio del giocatore.

Remnant 2 è ora disponibile su PlayStation 5, Xbox Series X/S e PC

Di più: Remnant 2: Le migliori classi (Classifica Tier degli Archetipi)