L’episodio iniziale della seconda stagione di ‘The Last of Us’, scritto, sciopero, impatto incerto sulla data di uscita del 2025

The initial episode of 'The Last of Us' Season 2, written, strike, uncertain impact on the 2025 release date.

Il primo episodio della seconda stagione di The Last of Us è stato scritto.

Il produttore esecutivo e co-creatore della serie, Craig Mazin, ha confermato che i lavori per la seconda stagione dell’adattamento nominato agli Emmy sono iniziati, anche se la produzione è stata interrotta a causa dello sciopero degli sceneggiatori in corso.

Si prega di notare che alcuni punti di seguito potrebbero essere considerati spoiler per The Last of Us (sia la serie TV che i giochi).

Un piccolo teaser per The Last of Us, stagione uno. Guarda su YouTube

“Sappiamo qual è tutta la stagione e sono riuscito a scrivere e consegnare il primo episodio proprio prima della scadenza”, ha detto Mazin a Deadline.

“Ora sto solo passeggiando e scrivendo con la mente, suppongo, il che non penso sia scabbing. Faccio delle passeggiate e penso alle scene perché quando suonerà la campanella e tutto questo sarà finito perché le compagnie finalmente avranno buon senso, dovrò praticamente spararmi fuori da un cannone perché vogliamo davvero cercare di far andare in onda questo spettacolo quando dovrebbe essere trasmesso.”

Inoltre, Mazin ha dichiarato che Halley Gross, sceneggiatrice di The Last of Us Part 2, si è unita al team per la seconda stagione dello show.

“Neil ed io eravamo seduti a parlare con Halley Gross, che ha lavorato anche al secondo gioco come sceneggiatrice, e Bo Shim, il nuovo sceneggiatore che era nel nostro piccolo stanzone con noi, – ovviamente non una stanza piccola perché siamo stati approvati, siamo uno spettacolo vero, e perché odio queste cose delle stanze piccole”, ha detto Mazin alla pubblicazione.

Halley Gross ha co-sceneggiato The Last of Us Part 2 con Neil Druckmann. Immagine Naughty Dog.

Sebbene il produttore esecutivo sia ancora fiducioso che la seconda stagione di The Last of Us sarà rilasciata come previsto nel 2025, ha detto che gli scioperi potrebbero significare che lo studio dovrà posticipare i tempi.

“Questo ci fa male, fa male al pubblico e fa male ad HBO”, ha detto Mazin.

“Tutti, ma proprio tutti vogliono tornare a lavorare; penso che tutti quelli che fanno effettivamente il lavoro, compresi i dirigenti della rete che sono con noi sul campo, vogliano solo risolvere questa situazione. Quindi speriamo,” ha continuato.

Per quanto riguarda ciò che la seconda stagione includerà, Mazin ha confermato che non coprirà tutti gli eventi del secondo gioco. “C’è ancora più storia, quindi questa serie non finirà con la seconda stagione a meno che la gente non la guardi e ci cancellino,” ha detto.

Il team rimarrà fedele al materiale originale, con Mazin che afferma che certi aspetti saranno “esattamente come nel gioco”. Tuttavia, come nella prima stagione, il team userà anche idee creative proprie per sviluppare la storia di Naughty Dog.

“Faremo altre cose che sono nel gioco e le faremo in modo diverso, secondo il nostro metodo. Che tu abbia giocato o no al gioco, sarai sorpreso man mano che la stagione si sviluppa. Abbiamo alcuni colpi di scena interessanti.”

The Last of Us Part 2 ha introdotto nuovi personaggi, come Abby. Immagine Naughty Dog.

Inoltre, Mazin non ha escluso che personaggi della prima stagione possano tornare nella seconda, anche se il loro destino nella prima stagione era abbastanza definito.

“C’è sempre una possibilità per tutto,” ha dichiarato. “Con noi non si sa mai, e ovviamente non ci confiniamo con le linee temporali. Persone che sono morte a volte riappaiono e a volte incontriamo persone che non conoscevamo nemmeno e poi scopriamo che sono qualcuno.” (Questo mi ha fatto pensare a quell’easter egg su “Dina” che gli showrunner né hanno confermato né smentito).

Tuttavia, Mazin ha escluso un altro episodio su Bill e Frank, dicendo che il team non vuole “spremerlo”.

“Quando facciamo qualcosa che riteniamo bello, lo lasciamo com’è e troviamo altre cose belle da fare,” ha detto Mazin.

Murray Bartlett come Frank e Nick Offerman come Bill. Immagine HBO.

Nel frattempo, come già riportato in precedenza, la seconda stagione di The Last of Us avrà più infetti rispetto alla prima stagione, con Deadline che suggerisce che “gli spettatori che si sono affezionati alla serie senza affinità per l’horror o i videogiochi, potrebbero dover chiudere gli occhi qualche volta in più nella prossima stagione”.

Mazin ha aggiunto “ci saranno momenti, proprio come nella prima stagione, in cui gli infetti saranno molto presenti”.

Il bloater ha fatto un grande impatto nella prima stagione. Immagine HBO.

Per quanto riguarda i giochi di The Last of Us, la scorsa settimana il compositore Gustavo Santaolalla ha suggerito che una nuova versione della Parte 2 è all’orizzonte.

Inoltre, i rumors su The Last of Us Parte 3 hanno ricominciato a circolare all’inizio di questo mese, con notizie che suggeriscono che le “importanti riprese” per il prossimo capitolo della serie potrebbero iniziare già quest’anno.