Dopo aver giocato ad After Us, mi sento come se fossi stato catapultato in un mondo distopico e astratto. Questo gioco ti trascina in un’esperienza avvincente e unica che ti terrà incollato allo schermo per ore. La trama di After Us è affascinante e ti tiene con il fiato sospeso fin dall’inizio. Ti ritrovi in un futuro post-apocalittico, dove la società è crollata e la sopravvivenza è diventata una lotta quotidiana. Sarai chiamato a prendere decisioni difficili e a combattere contro nemici spietati, il tutto mentre cerchi di trovare un senso in questo mondo caotico. Graficamente, After Us è uno spettacolo per gli occhi. Ogni dettaglio è curato con precisione e l’atmosfera cupa e decadente è resa in maniera impeccabile. Le ambientazioni sono ricche di sfumature e dettagli che ti faranno immergere completamente in questo universo post-apocalittico. La meccanica di gioco di After Us è altrettanto coinvolgente. Avrai accesso a un vasto arsenale di armi e potenziamenti che ti aiuteranno a sopravvivere e a sconfiggere i tuoi nemici. Inoltre, potrai esplorare diverse aree e scoprire segreti nascosti lungo il cammino. La varietà delle missioni ti terrà sempre sulle spine e non ti farà mai annoiare. La colonna sonora di After Us merita una menzione speciale. Le tracce musicali sono perfettamente in sintonia con l’atmosfera del gioco e ti accompagnano in modo magistrale durante le tue avventure nella distopia. In conclusione, After Us è un vero capolavoro nel genere dei giochi di sopravvivenza. L’atmosfera unica, la trama avvincente e la grafica straordinaria rendono questo titolo un must-have per tutti gli amanti dei giochi di azione. Preparati a essere trasportato in una distopia astratta e a vivere un’esperienza indimenticabile.

The plot of After Us is fascinating and keeps you on the edge of your seat from the beginning. You find yourself in a post-apocalyptic future, where society has collapsed and survival has become a daily struggle. You will be called upon to make difficult decisions and fight against ruthless enemies, all while trying to make sense of this chaotic world. Graphically, After Us is a feast for the eyes. Every detail is meticulously crafted and the dark and decadent atmosphere is impeccably portrayed. The environments are rich in shades and details that will completely immerse you in this post-apocalyptic universe. The gameplay mechanics of After Us are equally engaging. You will have access to a vast arsenal of weapons and power-ups that will help you survive and defeat your enemies. Furthermore, you can explore different areas and discover hidden secrets along the way. The variety of missions will always keep you on your toes and never let you get bored. The soundtrack of After Us deserves a special mention. The musical tracks are perfectly in tune with the game's atmosphere and masterfully accompany you during your adventures in the dystopia. In conclusion, After Us is a true masterpiece in the survival game genre. The unique atmosphere, captivating plot, and extraordinary graphics make this title a must-have for all action game lovers. Get ready to be transported to an abstract dystopia and live an unforgettable experience.

Niente ti spinge a comprare un gioco come capitare sul cadavere decomposto di un cane morto di fame. Questo è il primo di diversi momenti emotivi in After Us. L’ambientazione surrealistica di questo platform 3D è regolarmente morbida, ma crea un mondo distopico molto coinvolgente da esplorare, se solo per appagare una curiosità innata: come è finita così la Terra e c’è qualcuno ancora vivo? La semplice meccanica di combattimento e la piattaforma buona ma non eccezionale appesantiscono un po’ l’esperienza, ma la straordinaria narrazione ambientale di un mondo condannato aggrappato a una speranza flebile compensa ampiamente.

In After Us, giochi come Gaia, uno spirito giovane incaricato di rintracciare e recuperare le anime degli ultimi esseri viventi sulla Terra. Questi includono animali come il cane menzionato in precedenza, l’ultimo cane morto di fame, e incontrare gli altri porta a molti momenti tristi di crudeltà umana: l’ultima aquila in gabbia e spennata, ad esempio, e l’ultima balena arpionata. C’è una trama attuale che si svolge in parallelo, ma non è così interessante perché è difficile identificarsi con Gaia, che per lo più tace e mostra piccoli segni di emozione durante alcune scene, ma sembra principalmente osservare il mondo intorno a lei con passività. La storia del passato di questa Terra, che scopri nel tuo tentativo di trovare le anime degli animali persi e i collezionabili opzionali, è molto più coinvolgente e funziona come solida base narrativa per il platformer.

Correre e saltare sono i modi principali in cui Gaia si sposta nel mondo, e queste azioni sono accompagnate da altre meccaniche tipiche dei platform, come il volo planato, il grinding sui binari, la corsa sui muri e il dash. È un po’ troppo leggera e scivolosa da controllare in certi segmenti di piattaforme: c’erano parecchi momenti in cui un errore di tempismo significava saltare accidentalmente su un pezzo di strada sospeso e precipitare alla morte, o correre un passo troppo lontano e scivolare giù dalla cima di un grattacielo. Spesso, il fallimento era causato dai controlli che andavano contro di me, non dai miei errori. Fortunatamente, il sistema di checkpoint di After Us è relativamente permissivo, quindi anche le morti più irritanti sono solo piccoli ostacoli.

Le meccaniche di piattaforma eccellono in istanze più basate sulla velocità, come correre sui lati di strutture in acciaio in rovina per raggiungere la cima di una torre che sta lentamente cadendo a pezzi o saltare tra linee elettriche mentre il fulmine scoppietta intorno a te e illumina la prossima fuga che devi fare. La velocità dei movimenti di Gaia rende le cose difficili quando il gioco ti chiede di andare piano e concentrarti sulla precisione, ma la sensazione entusiasmante di velocità che può raggiungere regala momenti divertenti durante i momenti più incentrati sull’azione del gioco.

After Us occasionalmente si avvicina anche al combattimento e ai puzzle, di cui ho apprezzato di più i secondi. Il combattimento è molto semplice e non coinvolgente. Mentre Gaia corre nel mondo, si imbatte negli ultimi resti dell’umanità, i Devourer ricoperti di petrolio. Essi la inseguono, cercando di afferrarla con prese facilmente schivabili. Se riescono a afferrarla, fuggire dalla presa è un semplice quick-time event. Non rappresentano una grande minaccia per la agile Gaia, che può metterli a riposo facilmente sparando loro una palla di pura energia vitale. Il combattimento diventa un po’ più complicato quando compaiono nemici protetti da scudi: in un’interessante variazione, usano schermi televisivi per bloccare le tue armi e la tua energia vitale, per proteggere le loro vite dipendenti dal petrolio. In questi combattimenti, devi sincronizzare gli attacchi di Gaia invece di sparare indiscriminatamente. Ma anche questi nemici diventano presto facili da sconfiggere, soprattutto con l’uso regolare della stordimento ad area d’effetto di Gaia, che si carica rapidamente. Le battaglie contro i Devourer sono troppo semplici e monotone per essere piacevoli.

I puzzle, d’altra parte, sono un piacere. Per lo più non sono eccessivamente complicati, evitando il rischio di cadere nella noia. Praticamente ogni puzzle si basa sulla piattaforma, ma ciò che ti viene chiesto di fare cambia per riflettere i vari ambienti, creando una bella diversità di sfide. Un momento devi capire come raggiungere le scatole di giunzione per accendere una TV, poi cambiare canale fino a trovare quello che ti teletrasporterà alla prossima piattaforma che devi raggiungere. Il prossimo, stai salendo lentamente attraverso una serie di gabbie per uccelli che si aprono e si chiudono ogni volta che Gaia usa il suo stordimento ad area d’effetto su di esse, costringendoti a calibrare attentamente il momento del tuo movimento e dei tuoi attacchi. After Us costruisce regolarmente sui suoi puzzle all’interno dello stesso livello, a volte più volte, creando complessità e sfida richiedendo una sempre più difficile esecuzione. Posso sapere che devo collegare la televisione e cambiarla al canale dell’aereo per progredire, è una variazione di un problema che avevo già risolto in precedenza, ma ora devo capire come raggiungere tre scatole di giunzione per accendere la TV, non solo una. È lo stesso problema, quindi capisco cosa devo fare fin dall’inizio, ma ora è solo un po’ più difficile.

Questo stile di progressione dei puzzle consente ad After Us di mantenere il momentum della sua storia. Raramente ti tormenti la testa su dove devi andare o cosa devi fare per molto tempo. E anche se incontri un ostacolo con un puzzle, After Us è piuttosto aperto dopo la sua apertura molto lineare. Presto nel gioco, il percorso si divide, offrendoti la scelta su dove vuoi andare dopo. Un sistema di viaggio rapido ti permette di tornare a questi bivi quando vuoi, il che significa che puoi fare una pausa dal percorso in cui ti trovi in ​​quel momento se ti sta dando problemi e tornarci più tardi. Questo allevia anche la pressione per i completisti, in quanto puoi tornare indietro per prendere i collezionabili che hai perso, che sono gentilmente segnalati sulla mappa indipendentemente dal fatto che li abbia effettivamente visti quando li hai superati, in qualsiasi momento.

La star dello spettacolo, però, sono le immagini. La natura astratta degli spazi che Gaia esplora rappresenta l’impatto dell’umanità sulla natura in modo orribile ma stranamente bello. Il cielo inquinato scoppietta con un feroce fulmine, illuminando edifici in rovina e pozze di olio senziente che si protendono avidamente verso Gaia con tentacoli affamati mentre passa, disperati di consumare gli ultimi resti di luce modesta in un mondo sempre più oscuro. Una stanza buia è disseminata di piume angeliche, decine di gabbie vuote appese sopra, suggerendo gli ultimi giorni disperati degli uccelli che una volta riempivano i cieli – cieli che ora offuscano la tua visione con fumo viscoso. Più inquietanti di tutti sono le statue senz’anima che popolano ogni livello del gioco, come se tutta l’umanità fosse simultaneamente pietrificata all’alba della fine del mondo.

I collezionabili opzionali svelano lentamente come il mondo sia diventato così, ma non è difficile capirlo se presti attenzione. Gli oceani secchi, le foreste rase al suolo e le città soffocate dalla spazzatura parlano tutte di una civiltà che ha continuato a prendere senza alcuna cura per le generazioni future. La narrazione visiva di After Us non condanna completamente l’umanità, tuttavia, utilizzando brevi frammenti d’amore e speranza tra le macerie della civiltà per aggiungere un pizzico di tragedia alla decimazione. C’è una tristezza affascinante in tutto ciò, con il mondo astratto che ricorda esperienze come Little Nightmares e Inside.

Puoi trovare statue di bambini che corrono, congelati a pochi centimetri dalle braccia protese dei genitori, appena prima di essere riuniti mentre il mondo si avvicinava alla fine. Puoi trovare i resti pietrificati di persone che si radunano in una piazza illuminata da una luce brillante e si abbracciano, scegliendo la speranza anche quando il mondo brucia intorno a loro. Per quanto inizialmente After Us denigri l’umanità e li etichetti come Divoratori, agenti di consumismo e avidità, il gioco alla fine afferma che sono vittime della loro stessa presunzione, con troppi che hanno confuso la ricerca del progresso con la felicità.

Il mondo surreale del mondo distopico di After Us porta avanti il gioco, incoraggiandoti a continuare anche quando il platforming guidato dal momentum e i puzzle creativi cedono il passo a combattimenti noiosi. Gaia non è un protagonista particolarmente affascinante, ma le storie che scopre – che siano degli animali finali della Terra o dei Divoratori che li hanno uccisi – lo compensano, invitandoti a scavare più a fondo nell’oscurità del mondo morente di After Us e scoprire esattamente come è crollato tutto.